Attacco a Berlino, dispersa italiana. Procura di Roma apre fascicolo. Dubbi sul fermato: “Forse stragista è libero”

Sul luogo dell’attentato ritrovato il cellulare della giovane abruzzese Fabrizia Di Lorenzo, di cui si sono perse le tracce

 

Una ragazza italiana, Fabrizia Di Lorenzo, è dispersa dopo l’attentato di ieri sera a Berlino. La notizia è confermata a La Repubblica dall’ambasciatore italiano in Germania Pietro Benassi. L’allarme era scattata da ieri sera sui social. Dopo l’attacco al mercatino di Natale è stato ritrovato il telefonino della giovane abruzzese originaria di Sulmona, che lavora in una ditta di trasporti. I parenti della giovane sono a Berlino in attesa di notizie. La procura di Roma ha aperto un fascicolo per attentato con finalità di terrorismo. Intanto, cominciano a emergere dubbi sull’arresto del 23enne pakistano, sospettato di essere l’autista killer del tir che ha falciato la folla. Il presidente della polizia di Berlino, Klaus Kandt, ha confermato nella conferenza stampa a Berlino con il sindaco della città di “non poter dire che l’uomo arrestato ieri sia l’autista”. E Die Welt riferisce che, secondo fonti di polizia, il giovane profugo sarebbe “l’uomo sbagliato”, e quindi il vero autore dell’attacco “è ancora in libertà e armato”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest