Restauratori: il Ministero dei Beni Culturali pubblica l’elenco nazionale

 

Presentate 6351 domande

Nei prossimi giorni il Ministero dei Beni Culturali pubblicherà l’elenco nazionale dei restauratori che legittima e riconoscerà la qualifica per migliaia di lavoratori e lavoratrici. Dopo 20 anni di lotte e mobilitazioni finalmente è stato raggiunto un obiettivo importantissimo Il Ministero ha esaminato 6351 domande presentate per il riconoscimento professionale.

Soddisfatti i sindacati, che negli ultimi anni avevano messo in campo una lunga serie di iniziative e mobilitazioni, dalla petizione al presidente della Repubblica alle varie manifestazioni in tante città d’arte, dalle cartoline distribuite ai turisti al “carbone” consegnato al ministero per la Befana, fino all’ultima iniziativa del gennaio scorso per protestare, al grido di #GhostBasta!, contro la decisione del Mibact di prorogare di cinque mesi i lavori della Commissione esaminatrice.

“Abbiamo avuto assicurazioni che il 31 maggio l’elenco verrà consegnato al ministero, per poi essere reso pubblico nel giro di pochi giorni. L’elenco conterrà le indicazioni degli idonei, dei non idonei e delle pratiche in corso di verifica. Queste ultime, circa il 20% del totale, dovranno essere completate con ulteriori documentazioni”.

La pubblicazione dell’elenco nazionale “rappresenta una importante vittoria per tutto il settore del restauro e finalmente si potrà affermare una volta per tutte la dignità ed i diritti di chi per decenni si è preso cura con professionalità del nostro patrimonio senza vedersi mai riconosciuto il diritto alla qualifica”, concludono Feneal, Filca e Fillea.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest