Napoli, non siamo marginali: ripartiamo dalla cultura

Iniziativa promossa dal Teatro di Napoli insieme alla libreria Raffaello, Agis, Ali Confcommercio ed Impresa Cultura Itala

Il Teatro di Napoli-Teatro Nazionale insieme alla libreria Raffaello (Napoli) ha dato voce tramite l’attrice Imma Villa alla performance corale ideata e realizzata da AGIS (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo), ALI Confcommercio (Associazione Librai Italiani) ed Impresa Cultura Itala – Confcommercio, e che dal 9 al 15 dicembre scorsi ha visto molte librerie italiane (con il sostegno di alcuni dei più importanti teatri italiani) trasformarsi in palcoscenico e dare spazio ai numerosi artisti che leggono un brano de Le città invisibili di Italo Calvino.

Sergio Rubini  è il testimonial dell’iniziativa. 

Il video – appello (…Non siamo marginali. Ora ripartiamo dalla cultura, seriamente…) è presente sulla pagina facebook del Teatro di Napoli – Teatro Nazionale.

“Il successo di questa iniziativa – dichiarano Carlo Fontana, Presidente di Agis e di Impresa Cultura Italia – Confcommercio Paolo Ambrosini, presidente di Ali Confcommercio – nata per sottolineare come la cultura debba essere al centro dei progetti di ripartenza del Paese, ha dimostrato la bontà del nostro progetto. Le limitazioni imposte alle attività culturali, che ci auguriamo terminino quanto prima, sono state in questa occasione parzialmente limitate grazie al prezioso supporto delle librerie, trasformatesi per pochi giorni in veri a propri palcoscenici, ed alle quali va il nostro ringraziamento. Ribadiamo con forza l’importanza della cultura come volano socio-economico, perché ad oggi il contributo diretto e indiretto al PIL che il nostro settore ha sempre generato non trova corrispondenza nelle risorse pubbliche stanziate”.

Il video delle performance degli artisti può essere scaricato al seguente link (premendo contemporaneamente il tasto CTRL e click del mouse)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest