Il sindaco di Napoli scrive al capo dello Stato: “Diffuso movimento di opinione favorevole seguito al voto unanime del consiglio comunale”

NAPOLI – Una prima lettera fu inviata a Napolitano nel 2013, per comunicare che il Consiglio Comunale di Napoli aveva approvato all’unanimità un ordine del giorno per sostenere la nomina a senatore  vita del fondatore dell’Istituto italiano per gli studi filosofici. Un voto “a cui è seguito recentemente, in tal senso. un diffuso movimento di opinione”. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris ha inviato stamani al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, una lettera nella quale avanza la richiesta “della nomina dell’avvocato Gerardo Marotta, fondatore e presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, a senatore a vita”. La lettera al Capo dello Stato prosegue sottolineando come Marotta, nel corso di questi ultimi 40 anni di nascita dell’Istituto, “abbia svolto un’intensa e instancabile attività scientifica, storica e umanistica che ha portato l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici a essere considerato un assoluto centro di eccellenza nazionale ed internazionale di ricerca e di dialogo”. “Napoli – conclude de Magistris – gli è riconoscente ed anche il nostro Paese, perché Marotta ha contribuito, fortemente, ad accrescerne il patrimonio culturale”.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest