Stessa sanzione per l’ex segretario generale Valcke. La sanzione potrà essere prorogata di 45 giorni

ZURIGO – Con questa decisione Platini, attuale presidente Uefa, viene praticamente estromesso dalla corsa per la presidenza della Fifa. Una decisione di cui può avvantaggiarsi Maradona, deciso a candidarsi anche lui, assieme a Zico, altro celebre numero dieci del passato. La sostanza è che Roi Michel, assieme al presidente Blatter e all’ex segretario generale Fifa, Jerome Valcke, è stato sospeso per 90 giorni nell’ambito dello scandalo della federazione mondiale. Questa la decisione del Comitato Etico della Fifa che, in un comunicato, fa sapere che la sanzione potrà essere progogata di altri 45 giorni. L’ex vicepresidente Chung Mong-Joon è stato invece squalificato per sei anni e al pagamento di una multa di 100.000 franchi svizzeri. Le sanzioni entrano in vigore immediatamente e le persone sanzionate “sono bandite da tutte le attività calcistiche a livello nazionale e internazionale”.
La sanzione arriva “dopo le indagini della camera d’inchiesta” in merito all’inchiesta della magistratura svizzera che vede Blatter indagato per presunta appropriazione indebita in merito a un pagamento da due milioni di franchi fatto a  Platini nel 2011, ma per un lavoro svolto per la Federazione internazionale fra il 1999 e il 2002. Per quanto riguarda il procedimento a carico di Chung Mong-Joon, l’ex vicepresidente Fifa è stato squalificato per 6 anni in merito all’inchiesta sull’assegnazione dei Mondiali 2018-2022. Il dirigente è “stato riconosciuto colpevole di aver violato l’articolo 13 (regole generali di comportamento), articolo 16 (riservatezza), articolo 18 (obbligo di informazione, cooperazione e reporting), articolo 41 (obbligo delle parti di collaborare) e dell’articolo 42 (obbligo generale a collaborare) del Codice Etico della Fifa”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest