In gara 1 della finale di consolazione i biancoazzurri sconfitti 14-13

MONZA – Valanga di gol a Monza, dove – purtroppo per la Carpisa Yamamay Acquachiara – la Bpm Sport Management ne segna uno di troppo e si aggiudica gara 1 della finale per il terzo posto. Partita equilibrata e combattutissima, esaltante soprattutto dal punto di vista agonistica. Una vera e propria battaglia in acqua, nella quale la squadra di De Crescenzo ha mostrato un volto ben diverso rispetto alle due partite di semifinale col
Brescia, rendendo la vita durissima agli uomini di Baldineti. Infatti a fine gara De Crescenzo è amareggiato soltanto per il risultato finale: “La squadra ha giocato davvero una buona gara, ha giocato alla pari con gli avversari, ha lottato fino all’ultimo per portare il match almeno ai tiri di rigore. L’arbitraggio? C’è stata qualche decisione che non mi ha
convinto”.

SPORT MANAGEMENT-ACQUACHIARA 14-13 (3-3; 3-3; 5-3; 3-4)

Bpm Sport Management:Volarevic, Luongo M. 2, Binchi, Zimonjic, Filipovic D. 4 (1 rig), Di Fulvio A.,
Ivovic B. 2, Di Fulvio C. 2, Lapenna M. 1, Bini 2, Razzi 1, Sadovyy, Conti.
All. Baldineti
Carpisa Yamamay Acquachiara: Caprani, Perez 1, Rossi, Paskvalin, Marziali, Petkovic 4, Lanzoni 2, Ferrone 1, Luongo S. 4 (1 rig.), Valentino 1, Astarita, Gitto M.,
Lamoglia. All. De Crescenzo
Arbitri: Pinato e Rovida
Superiorità numeriche: Sport Management 7/10 + 2 rigori, Acquachiara 6/16 + 1 rigore. Note: nel secondo
tempo Caprani (A) ha parato un rigore a Luongo M. Usciti per limite di falli nel quarto tempo Ivovic (S) e Binchi (S)

(Foto Brunorosafoto 2014-2015/Sport Management/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest