Olimpiadi, Sibilio è 8º nella finale dei 400 hs

Il napoletano chiude in 48’77 in una gara durissima e memorabile per il nuovo record del mondo, stabilito dal norvegese Warholm, primo uomo sotto il muro dei 46 secondi

Chiude all’8º e ultimo posto la finale dei 400 hs alle Olimpiadi. Il 22enne napoletano Alessandro Sibilio registra il tempo di 48’77. Una prestazione onorevole in una gara durissima, che resterà a lungo nella storia dell’atletica leggera. Oro per il norvegese Kartsen Warholm con 45”94, tempo con cui migliora il suo precedente record del mondo di 46”70 (stabilito lo scorso 1 luglio). Lo scandinavo è il primo uomo ad abbattere il muro dei 46 secondi. Argento allo statunitense Rai Benjamin, con 46”12, quindi ben al di sotto del precedente record del mondo. Bronzo al brasiliano Alison Dos Santos in 46”72.

(Foto Alessandro Sibilio/Facebook)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest