Napoli, tocca al manager di Insigne: “Il contratto non ci piace, 3 grandi club su Lorenzo”

L’agente Fabio Andreotti: “Il cuore di Lorenzo vuole Napoli, ma abbiamo preso coscienza che il suo percorso qui può finire. De Laurentiis dice che è il Totti azzurro ma non abbiamo apprezzato certe sue risposte”

“Quando i club importanti ti vogliono gratificare sotto l’aspetto economico, d’immagine e soprattutto di progetto vincente, quando ti fanno un contratto importante vuol dire che il progetto cresce e ti costruiscono la squadra intorno. Viceversa devi andare sul mercato. E’ questo il punto dolente con il Napoli”. E’ un avvertimento quello lanciato da Fabio Andreotti, agente di Lorenzo Insigne. L’ultima mina scoppia dopo le parole del manager ai microfoni di Radio Crc.

“Il Napoli non vuole cedere Lorenzo, ma – afferma Andreotti – il contratto che ci offrono non ci soddisfa, perché abbiamo proposte migliori. Sono tre i club, sono tra i più ricchi d’Europa, che vogliono Lorenzo, e Giuntoli lo sa da aprile”. Il procuratore specifica: “De Laurentiis ha sempre decantato Lorenzo come il Totti di Napoli ma, nell’ultimo incontro, non ci sono piaciute certe sue risposte. A parlare di Totti a Roma e di Lorenzo a Napoli dobbiamo stare attenti, non dirlo per riempirci la bocca”. Secondo l’agente “il cuore di Lorenzo vuole Napoli, ma abbiamo preso coscienza che il suo percorso a Napoli può finire. Lorenzo ha fatto una scelta di cuore, ma – avverte – la vita professionale di un calciatore non è eterna. Quindi, la ragione di cuore va bene fino ad un certo punto. Bisogna fare un nuovo punto della situazione, va valutato tutto attentamente adesso”. Anche Insigne oggi può trattare da una posizione di forza il nuovo contratto. “Un anno fa – ricorda Andreotti – non ci siamo seduti a trattare, perché dovevamo dimostrare con i fatti. La stagione scorsa Lorenzo ha dimostrato, che dopo Higuain, è stato il giocatore decisivo. Non è una questione di soldi, voglio sottolinearlo. Per noi è importante avere un contratto importante che significa anche un progetto importante”. Quello del Napoli, per Insigne, comincia a non esserlo.

(Foto Ssc Napoli/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest