Mertens e l’esultanza “canina”: non è una provocazione ma una dedica a Juliette

Dopo il primo gol all’Olimpico il belga aveva mimato, vicino alla bandierina dell’angolo, un cane che fa la pipì: era un omaggio alla cagnetta adottata insieme alla moglie

Subito erano partite le polemiche per quell’esultanza “canina”. Dopo il primo gol all’Olimpico Dries Mertens aveva mimato, vicino alla bandierina dell’angolo, un cane che fa la pipì. Gesto provocatorio? Il motivo è stato svelato dal belga sui suoi profili social, con una foto e un hashtag inequivocabile. Il gol è dedicato a Juliette, la cagnolina che Dries e la moglie Kat hanno adottato e a cui sono legatissimi.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest