Juve-Napoli su maxischermo può saltare: ostacolo diritti tv, braccio di ferro club-Comune

Uno stop all’idea dell’amministrazione dalla società azzurra: sarebbe lesiva dell’esclusiva delle piattaforme televisive

NAPOLI – Sembrava fatta, Palazzo San Giacomo si era lanciato nell’iniziativa per far vivere alla città il big match in piazza, in una dimensione comunitaria. Invece rischia di saltare il maxischermo per la diretta di Juventus-Napoli di sabato. L’ottimismo del Comune si è scontrato con i niet della società, che ha eccepito problemi di natura legale. Sull’idea ci sarebbe un parere contrario della Lega Calcio, che farebbe leva sull’esclusiva dei diritti di trasmissione delle gare di campionato. Diritti pagati a peso d’oro da Mediaset per il digitale terrestre e Sky per il satellite. Se la partita fosse diffusa in pubblico e gratis per migliaia di persone, le piattaforme tv avrebbero qualcosa da ridire. E il calcio italiano è sempre attento a non irritare chi ne garantisce la sopravvivenza. Tutto si risolverebbe con un’intesa tra le parti: i club, le televisioni e la Lega. Ma il tempo per raggiungerla non sarebbe molto, avendo anche da allestire l’evento per il quale l’amministrazione aveva scelto la Mostra d’Oltremare. Manca il tempo, e forse la volontà. Intanto il braccio di ferro va avanti.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest