E Sarri inizia a sbilanciarsi: “Scudetto è bestemmia, ma tutto può essere”

Il tecnico alla vigilia della trasferta di Frosinone anticipa un mini turnover: “Qualcosa cambierò ma dobbiamo essere competitivi. E’ una prova di maturità in uno stadio che è una bolgia”

CASTEL VOLTURNO – Bestemmia resta, però, per la prima volta, c’è un’apertura. La parola scudetto per Sarri resta blasfemia “ma in Toscana si bestemmia spesso e quindi può succedere di tutto”. Sì, tutto può essere. Al giro di boa del campionato, il tecnico tosco-napoletano inizia a sbilanciarsi. Per questo domani a Frosinone chiede “una prova di maturità”. Perché quella bestemmia la puoi raccontare se fai bottino pieno in campi come il Matusa. “Ci aspetta una battaglia, in uno stadio piccolo  – ammonisce Sarri – che è una bolgia”. A 4 giorni dal match col Torino, il turnover è più un obbligo che un’opportunità. “Qualcuno è stanco – svela l’allenatore – qualcosa cambierò ma saremo competitivi”. A centrocampo tornano Jorginho e Allan, uno fuori per squalifica l’altro per scelta tecnica nell’ultima gara. Confermatissimo il capitano Hamsik, ringalluzzito dal gol ai granata. Scalpitano Mertens e Chriches, che potrebbero dare il cambio a Insigne e Albiol. “Allan  – spiega Sarri – è rimasto in panchina perché credo che contro il Toro avevamo bisogno di un pizzico di fisicità in più in mezzo al campo. Domani si rigioca dopo 4 giorni e vedremo di mettere in campo la formazione che riterrò più adatta al match. Qualcosa cambieremo certamente rispetto a mercoledì, ma dovrò valutare fino all’ultimo allenamento la condizione dei singoli. In ogni caso sono convinto che andrà in campo un Napoli competitivo al di là degli uomini che schiererò”. Su questo non ammette equivoci.

 

I CONVOCATI – I convocati di Sarri per Frosinone-Napoli (ore 15): Reina, Gabriel, Rafael, Maggio, Hysaj, Strinic, Ghoulam, Albiol, Chiriches, Luperto, Koulibaly, Chalobah, David Lopez, Jorginho, Valdifiori, Allan, Hamsik, El Kaddouri, Mertens, Callejon, Insigne, Gabbiadini, Higuain.

(Foto Ssc Napoli Official/Twitter)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest