De Magistris e i rumors nerazzurri: “Io interista ma fino al 1980, poi solo Napoli”

Il sindaco incontra Javier Zanetti e parla dei pettegolezzi che lo dipingono come tifoso dell’Inter: “Fino ai 13 anni era vero, perché mio padre era un fan della squadra di Herrera.  Poi divenuto adolescente, a Napoli non puoi che essere tifoso del Napoli, accanito dall’84 al ’90 con l’abbonamento in curva B”

“Un’altra volta sta’ storia del tifo per l’Inter?”. Domanda: può la fede calcistica diventare argomento politico? A Napoli, dove il calcio è un fatto di costume, sì. Ecco allora che il sindaco de Magistris è costretto a tornare su un argomento che da sempre lo vede nel mirino dei detrattori: la sua presunta simpatia per l’Inter, rinnegata solo per motivi di opportunismo. L’occasione è la presentazione di Football leader, manifestazione che si svolgerà dal 5 al 7 giugno a Castel dell’Ovo, a cui presenzia la bandiera nerazzurra Javier Zanetti. “Ho una particolare simpatia per Zanetti – dice de Magistris – che oltre a essere stato un grandissimo calciatore, è anche una persona dal volto umano, per bene, che fa solidarietà e interpreta al meglio l’essere campione non solo sul campo ma anche fuori”. E’ la premessa per chiarire pubblicamente che lui, de Magistris, interista lo è stato per davvero: ma solo fino al 1980. “Fino a 13 anni sono stato tifoso – ammette il sindaco – perché mio padre era tifosissimo dell’Inter di Herrera. Poi divenuto adolescente, a Napoli non puoi che essere tifoso del Napoli, accanito dall’84 al ’90 con l’abbonamento in curva B. Poi da tifoso ho sempre seguito la squadra, da sindaco vado a fare il tifo, entusiasta del calcio di Sarri e di questa squadra”. Il cripto-interismo di de Magistris fu anche il tema di un attacco nell’ultima campagna elettorale, oggetto di un’indagine, con manifesti anonimi che ritraevano un fotomontaggio del sindaco in maglia nerazzurra. Ed anche il presidente Aurelio De Laurentiis, nei ciclici scontri sulla gestione del San Paolo, ebbe uno sfogo in cui lo accusava di celare la passione per l’Inter. Ma adesso de Magistris giura che il suo cuore palpita solo per i colori azzurri. “Se continuiamo con questa ossatura – aggiunge il sindaco – e con qualche piccolo innesto, credo che l’anno prossimo possiamo puntare allo scudetto”. Parla del Napoli, ovviamente.

(Foto Ufficio Stampa Comune di Napoli)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest