Vertenza pulizie scuola, conferenza a Napoli

La manifestazione promossa dall’Usb oggi alle 10 al Comune

Questa vertenza è stata all’attenzione dei mass media nazionali per la morte di un lavoratore, che inseguiva l’auto di un pirata stradale che aveva travolto due compagni durante una manifestazione sotto l’Ufficio scolastico Regionale di Napoli a seguito di una comunicazione della azienda che minacciava una riduzione oraria per il ritardo degli affidamenti dei lavori di decoro nelle scuole. La Usb indice alle 10 di oggi presso la sala Nugnes del Comune di Napoli una conferenza riguardante la problematica dei lavoratori addetti alle pulizie e al decoro nelle scuole.

“Nonostante accordi governativi ( vedi accordo del 28 marzo 2014 e accordo del 4 novembre 2016) che – afferma una nota – avrebbero dovuto garantire i livelli occupazionali e retributivi dei lavoratori in appalto, le aziende ancora una volta, a causa del ritardo dell’affidamento dei lavori di decoro, scaricano sui lavoratori i rischi di impresa minacciando nuovamente riduzioni orarie e banca ore”. “Tutto ciò, per quanto ci riguarda, conferma il completo fallimento delle esternalizzazione dei servizi nelle scuole. La Usb – continua – ritiene necessario che la politica si assuma la responsabilità di fare un passo indietro per attuare soluzioni politiche diverse dal regime di appalto che mirino a una vera stabilizzazione dei lavoratori attraverso il riconoscimento del servizio prestato nelle scuole e l’assunzione Ata di tutti gli addetti attualmente dipendenti delle ditte/cooperative sugli 11.500 posti Ata accantonati nelle scuole”. A tutti i partecipanti sarà consegnato il libro nero – un documento di denuncia a cura della Usb in cui sono riportati disagi e spreco di denaro pubblico generato da questo appalto e soluzioni che andrebbero a beneficio dei lavoratori, della stessa scuola e anche dello Stato.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest