Strage di Odessa, a Napoli voce ai sopravvissuti

Domani l’incontro presso la sede dell’Usb

Il 2 maggio di due anni fa a Odessa, a seguito di violenti scontri tra autonomisti/secessionisti e sostenitori del governo auto-proclamatosi di Kiev, un gruppo di manifestanti filo-russi disarmati si rifugiò nel Palazzo dei Sindacati. Una folla composta da ultrà calcistici ed estremisti di destra, sostenitori del governo auto-proclamatosi, circondò il palazzo e l’ha incendiato con un fitto lancio di bombe molotov. Giovedi 8 dicembre 2016 alle ore 16.00 presso la sede Regionale di Usb, in via Carriera Grande, 32 a Napoli si darà voce ai sopravvissuti di quella strage. “Affinché- recita una nota dell’Usb – il mondo sappia che cosa si vive in quella parte d’Europa. Perché non possiamo dimenticare. Il popolo ascolterà la voce di chi ha le mani bruciate dal rogo e l’anima distrutta dal ricordo di una manifestazione che si è trasformata in una tragedia mondiale”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest