Sequestrati un capannone industriale e una serra a Boscoreale

Denunciati i due amministratori per reati di gestione illecita di rifiuti speciali

Sottoposto a sequestro preventivo un capannone industriale di circa 260 metri quadri, una serra di circa 400 mq, ed un’area di circa 1.000 mq. dove erano illecitamente depositati rifiuti speciali di vario genere. I sigilli sono stati messi dai carabinieri del Noe di Napoli con la collaborazione dei colleghi della Stazione di Boscoreale. I militari, hanno accertato che lo stabilimento era privo di autorizzazione alle emissioni in atmosfera e l’azienda non aveva regolarmente smaltito i rifiuti speciali derivanti dall’attività produttiva. Sono stati rinvenuti abbandonati circa 50 metri cubi di rifiuti speciali costituiti da rifiuti metallici, imballaggi in plastica contenenti sostanze pericolose e rifiuti derivanti da opere di costruzione e demolizione, parte dei quali abbandonati sul terreno senza nessuna protezione per le matrici ambientali. A seguito di verifiche, i Carabinieri del Noe hanno accertato che i manufatti erano stati realizzati in zona agricola, sottoposta a vincolo paesaggistico ed in località a rischio sismico, senza alcuna autorizzazione da parte egli Enti preposti. Pertanto, i due amministratori della ditta, sono stati deferiti in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per i reati di gestione illecita di rifiuti speciali.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest