Salerno: speranze finite, Simon trovato morto

Individuato dagli uomini del soccorso alpino in zona Belvedere di Ciolandrea

E’ stato trovato morto Simon Gautier, lo studente francese 27enne disperso da nove giorni in Cilento. Il cadavere è stato individuato dagli uomini del soccorso alpino in zona “Belvedere di Ciolandrea”, nel comune di san Giovanni a Piro, in provincia di Salerno. A lanciare l’allarme era stato proprio il 27enne che aveva chiamato il 118 senza però riuscire a comunicare la sua posizione. “Mi potete aiutare. Sono caduto, ho due gambe rotte”, diceva il giovane nella telefonata ai soccorritori venerdì 9 agosto intorno alle 9 del mattino. L’uomo aveva spiegato di non sapere dove si trovava e chiedeva di essere localizzato. “Non vi possiamo localizzare, siete in casa, per strada, da solo?”, gli domanda l’operatore del 118. “In realtà sono in campeggio, o meglio sto camminando da solo”. L’amica: “Siamo distrutti” – “Sono distrutta, abbiamo avuto fino all’ultimo la speranza che Simon fosse ancora vivo”, è la reazione di Asha, studentessa danese che condivideva a Roma l’appartamento con il giovane. “Sono momenti terribili quelli che stiamo vivendo noi, tutti suoi amici, una ventina dei quali sono giunti dalla Francia“. I genitori di Simon hanno appreso la tragica notizia nell’albergo di Policastro (Salerno) in cui alloggiano. Con il padre, la madre ed il compagno di quest’ultima è presente anche la sorella di Simon. A informarli sono stati gli amici francesi di Simon, che hanno appreso la notizia da un giornalista. Simon Gautier viveva a Roma e frequentava un dottorato in Storia dell’arte, dopo essersi laureato alla Sorbona. Era un appassionato di escursionismo e non era la prima volta che si cimentava in imprese del genere.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest