Progetto il Moricino, obiettivo dialogo tra comunità cattolica e islamica a Napoli

Presentata l’iniziativa finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri col bando Giovani per la Valorizzazione dei Beni Pubblici – Giovani no Profit che ha visto la riqualificazione di alcuni locali di proprietà del Comune di Napoli

Capolista del progetto Asso. Gio. Ca.: l’associazione gioventù Cattolica, il cui presidente Gianfranco Wurzburger ha illustrato gli obiettivi di questa iniziativa che coinvolge il contesto locale promuovendo un dialogo inter-religioso tra le comunità cattoliche ed islamiche. Nella sede di piazza Mercato del complesso Monumentale di Sant’Eligio Maggiore, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del progetto “il Moricino” iniziativa finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri col bando Giovani per la Valorizzazione dei Beni Pubblici – Giovani no Profit che ha visto la riqualificazione di alcuni locali di proprietà del Comune di Napoli. Wurzburger ha raccontato la storia del quartiere Pendino, oggi caratterizzato da forti disagi sociali e da una rilevante eterogeneità della popolazione, e ha spiegato come questo progetto si inserisca proprio in un’ottica di riqualificazione ambientale, ponendosi l’obiettivo soprattutto di elevare il livello culturale della zona con iniziative educative ed esperienziali. Il Moricino – spiega il presidente – è volto a rappresentare una fusione tra il nome antico di piazza Mercato (Campo dei Mori) con un vezzeggiativo da poter attribuire ad uno “scugnizzo” di questi luoghi. Il progetto coinvolge infatti un target che va dai 14 ai 35 anni, includendo sia i giovani che le famiglie e fornendo loro gli strumenti per poter costruire il loro futuro. A tal proposito sono già stati istituiti alcuni laboratori come quello di costumismo teatrale e pianificate attività come uno Sportello di Orientamento e alcuni laboratori di educazione alimentare. Alla conferenza erano presenti anche A. Corbino presidente dell’associazione UCMed (Università della Cucina Mediterranea) e le altre associazioni partner: l’associazione San Giovanni e Paolo e l’associazione culturale FaniArt con il suo rappresentante Mario Sicignano, le quali hanno sottolineato l’importanza di promuovere la comunicazione interculturale e creare dei percorsi di valorizzazione e conoscenza del territorio. E’ stato inoltre presentato l’evento “il Moricino a piazza Mercato” che si terrà sabato 18 giugno dalle ore 10,30 alle ore 12,30 con un programma che prevede una visita guidata alle Chiese del Carmine Maggiore e di Sant’Eligio Maggiore, con un passaggio per la storica piazza Mercato per far poi sosta ai locali ristrutturati con i fondi del progetto. Infine la mattinata si concluderà nel chiostro di Sant’Eligio con una visita esperienziale dove saranno allestiti dei laboratori artistico – creativi e gastronomici. Sarà allestito inoltre, insieme ad UcMed, un percorso sensoriale sulle spezie, simbolo di dialogo interculturale con le comunità islamiche, con una sorpresa finale – ci anticipa A. Corbino – a base di cioccolato e spezie.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest