Nola, ostacolano inseguimento lanciando oggetti: preso 41enne

Durante la fuga i malfattori lanciano dall’auto in corsa 2 soffiatori elettrici e una motosega, per ostacolare i militari nell’inseguimento

Tutto inizia quando i carabinieri vengono inviati in emergenza dalla centrale operativa a Visciano perché un cittadino segnala due uomini in fuga. I militari intercettano l’auto che non si ferma. Inizia l’inseguimento. Nel frattempo una gazzella dell’aliquota radiomobile di Nola raggiunge l’uscita autostradale di Tufino per bloccare i sospetti, li agganciano, intimano l’alt, ma i 2 non se ne curano. L’inseguimento prosegue, va avanti ancora per 20 km lungo la ss 7 bis in direzione di Pomigliano d’Arco. Durante la fuga i fuggitivi lanciano dall’auto in corsa 2 soffiatori elettrici e una motosega, per ostacolare i militari nell’inseguimento. Arrivati ad Afragola, abbandonano l’auto e proseguono a piedi ma per poco. Vengono infatti inseguiti dai militari fino all’interno di un condominio. Uno viene bloccato non prima di una concitata colluttazione (un carabiniere resta lievemente ferito). Viene quindi arrestato Domenico Taddeo, 41enne, di Afragola, già noto alle forze dell’ordine, che dovrà rispondere di resistenza e violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Denunciato per gli stessi reati il complice, un 44enne del rione Salicelle di Afragola. L’arrestato è in attesa di rito direttissimo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest