Ieri  si è celebrata la prima Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo a scuola dal titolo “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”

L’iniziativa fortemente voluta dal Miur nell’ambito del Piano nazionale per la prevenzione degli abusi tra i giovanissimi. Ieri si è celebrata la prima Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo a scuola dal titolo “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”. L’evento è legato alla Giornata Mondiale per la Sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea che, giunta alla sua XIV edizione, quest’anno si celebra in contemporanea in oltre 100 Paesi per far riflettere le ragazze e i ragazzi sull’uso consapevole della Rete e sul ruolo attivo e responsabile di ciascuna e ciascuno nella realizzazione di Internet come luogo positivo e sicuro. E proprio ieri sono iniziati i percorsi di formazione rivolti agli studenti delle scuole che hanno aderito alla Rete Nazionale contro la Discriminazione, il Bullismo e il Cyberbullismo. La creazione di queste Reti è stata promossa dal Miur e dall’Unar-Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale e i percorsi di formazione sono attuati, in Campania, da volontari e professionisti che da anni realizzano, con Arcigay Napoli e Arcigay Vesuvio Rainbow, interventi strutturati e non strutturati all’interno delle istituzioni scolastiche. La finalità primaria dei percorsi è la prevenzione delle discriminazioni attraverso lo sviluppo, nei discenti, di un atteggiamento di rispetto per le persone dai differenti orientamenti sessuali e affettivi. Gli studenti saranno guidati a sviluppare le capacità di riconoscere e valorizzare le differenze dell’essere uomini e donne come risorsa fondamentale nella crescita individuale, sociale e culturale della società. Le scuole campane che hanno aderito alla Rete Nazionale sono: Liceo Scientifico Statale “Caccioppoli” di Napoli; Liceo Artistico Statale “De Chirico” di Torre Annunziata; Istituto Superiore “Casanova” di Napoli; Istituto Comprensivo “Fava Gioia” di Napoli; Istituto Comprensivo “Alfieri” di Torre Annunziata; Istituto Comprensivo “Parini Rovigliano” di Torre Annunziata I.P.S.E.O.A. “Cavalcanti” di Napoli. Queste scuole si sommano alle altre diciotto napoletane che, tra il 23 e il 27 gennaio, nel complesso monumentale di San Domenico Maggiore, hanno incontrato i rappresentanti delle Istituzioni e di Arcigay per ricordare il valore della memoria come antidoto necessario all’odio e alla violenza dello stigma e dell’esclusione.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest