Napoli, ruba smartphone in un negozio: arrestato

Il 29enne era stato preso tre giorni fa per spaccio di droga

L’uomo, arrestato solo 3 giorni fa, perché sorpreso dagli agenti della sezione “Volanti” dell’Upg con 11 dosi di hashish nascoste negli slip, era stato processato con rito per direttissima e, rimesso in libertà, condannato all’obbligo di presentazione alla p.g. Nella serata di ieri, però, il 29enne si è introdotto in una attività commerciale in Via Alfonso d’Aragona, impossessandosi di un telefono I-Phone. La Polizia di Stato, nella serata di ieri, ha arrestato un gambiano di 29anni, perché responsabile del reato di furto aggravato, denunciandolo, in stato di libertà per i reati di ricettazione e detenzione illegale di sostanza stupefacente.

Gli agenti della sezione “Volanti” dell’Upg, nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, in Via Cesare Carmignano, hanno notato l’uomo mentre confabulava con due cittadini extracomunitari, decidendo di procedere così ad un controllo.

Il 29enne, mostratosi da subito nervoso ed infastidito, è stato trovato in possesso di una dose di hashish e di due telefoni cellulari, tra cui uno I-Phone, corredato da scheda sim.

I poliziotti, da conoscitori del territorio, sapendo che la zona risulta luogo frequentato da extracomunitari dediti ad attività illecite, tra cui la ricettazione di apparecchiature elettroniche, hanno notato subito che, nell’I-Phone, l’alfabeto impostato sul telefono era quella cirillico, circostanza anomala per un cittadino gambiano che, per cultura, utilizza altro tipo di alfabeto.

Nel mentre era in corso il controllo, è sopraggiunta una donna che affermava d’essere stata vittima di furto del telefono cellulare mentre era all’interno della sua attività commerciale di call center, ubicata a circa 400 metri di distanza.

Gli agenti mostravano alla donna il telefonino trovato in possesso del 29enne, che veniva riconosciuto quale quello appena rubatole.

Ibrahime Bah è stato arrestato dalla Polizia e condotto nelle camere di sicurezza della Questura, ove è stato prelevato, stamane, per essere sottoposto a rito per direttissima.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest