Napoli, era l’incubo degli studenti al rione Vasto: preso 20enne, rapinava smartphone fuori scuole

Il giovane, a seguito proprio di una rapina ai danni di minori, era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Tribunale di Napoli, il 21 febbraio scorso

Secondo la ricostruzione della polizia il giovane, con un complice, era ormai specializzato nel rapinare smartphone ai minori all’uscita da scuola. Carmine Vaccaro, pregiudicato di 20anni, era divenuto l’incubo dei giovani frequentatori di alcuni istituti scolastici, tra Piazza Carlo III e Piazza Nazionale, a Napoli.

Gli agenti del Commissariato di Polizia “Vasto-Arenaccia”, a seguito di laboriose indagini, nella giornata di mercoledì, al Corso Garibaldi, sono riusciti ad intercettare il 20enne che, alla loro vista ha tentato di scappare a bordo del suo scooter. Prontamente inseguito, il 20enne è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti.

Il giovane, a seguito proprio di una rapina ai danni di minori, era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Tribunale di Napoli, il 21 febbraio scorso.

I poliziotti, inoltre, nell’effettuare una perquisizione nello stabile ove il giovane abita con alcuni familiari, hanno anche riscontrato che ben 4 appartamenti erano energizzati con la corrente elettrica, nonostante i contatori non risultavano più attivi.

Per tale reato, infatti, è stata fatta altra comunicazione all’autorità giudiziaria, per il reato di furto aggravato e continuato di energia elettrica.

Sono in corso, da parte della Polizia di Stato, ulteriori indagini al fine di accertare se Vaccaro si sia reso responsabile di altre rapine.

salvatore_vaccaro_ildesk

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest