Monteforte Irpino, diverbio con il padrone: gli avvelenano i cani, due denunciati

Morto uno degli animali, l’altro salvato in extremis

I militari della Stazione di Monteforte Irpino, avuta notizia che nel cortile di un’abitazione del luogo vi era stato un avvelenamento di due cani, hanno avviato accurate indagini per dare un volto ai responsabili. I carabinieri della Compagnia di Baiano, a conclusione di attività di indagine, hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria due persone del luogo, ritenute responsabili del reato di uccisione di animali.

Sviluppando tutti gli elementi acquisiti i carabinieri, grazie ad un’approfondita conoscenza del territorio di competenza, sono riusciti a restringere il campo delle ricerche fino ad arrivare ad identificare i presunti rei in due persone del luogo che qualche giorno prima, per futili motivi, avevano avuto un diverbio con il padrone dei cani. Successivamente i due soggetti, verosimilmente per ripicca, in maniera del tutto sconsiderata hanno lanciato all’interno del giardino dove quei due cani di razza “pastore tedesco” erano liberi di muoversi, delle esche avvelenate, provocando, dopo atroci sofferenze, la morte di uno di essi. L’altro cane, date le sue gravi condizioni di salute, è stato tratto in salvo in extremis dal proprietario che tempestivamente è riuscito a far intervenire un medico veterinario.

A tradire i presunti rei è stata proprio quella presunzione di impunità che li aveva portati ad agire. Alla luce delle evidenze emerse, per gli stessi, rispettivamente di 35 e 45 anni, è scattata dunque la denuncia.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest