Marigliano, “pizzo” sulle slot: preso 27enne vicino al clan Mazzarella

Addosso aveva 1.000 euro per il possesso dei quali non era stato in grado di fornire una valida spiegazione. Secondo le rapide indagini dei militari li aveva appena “riscossi” da un imprenditore (titolare di sale slot) attualmente agli arresti domiciliari

L’uomo è stato bloccato ieri mattina in via San Rocco. I carabinieri della stazione di Marigliano hanno arrestato Giovanni Rega, un 27enne di San Giorgio a Cremano già noto alle forze dell’ordine e ritenuto contiguo al clan camorristico dei Mazzarella, operante per il controllo degli affari illeciti a Napoli e in provincia. Addosso aveva 1.000 euro per il possesso dei quali non era stato in grado di fornire una valida spiegazione. Secondo le rapide indagini dei militari li aveva appena “riscossi” da un imprenditore (titolare di sale slot) attualmente agli arresti domiciliari. E’ emerso che Rega nei giorni precedenti si sarebbe recato più volte presso la casa della vittima e l’avrebbe minacciata per costringerla a pagare il “pizzo” sulle attività. L’arrestato è stato condotto nel carcere di Poggioreale.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest