Irpinia, abusi sessuali su cugina disabile minorenne: 50enne arrestato

Le violenze si sarebbero consumate in un paese dell’Alta Irpinia, tra le mura della casa dove i due coabitavano

L’uomo, con numerosi precedenti di polizia e domiciliato in un comune alle porte della capitale, è ritenuto responsabile di ripetuti episodi di violenza sessuale ai danni della parente minore. I carabinieri del comando provinciale di Avellino hanno arrestato un 50enne irpino con l’accusa di aver abusato sessualmente di una cugina minorenne, approfittando dell’inferiorità fisica e psichica e del ritardo mentale della vittima. L’attività d’indagine ha avuto inizio dopo una segnalazione da parte dei servizi sociali. Da gennaio a marzo 2016, la ragazza sarebbe stata costretta a subire abusi da parte dell’uomo che, approfittando della fiducia in lui riposta, avrebbe trasformato la vita della giovane in un vero e proprio incubo, finito grazie all’intervento dei militari dell’Arma. Le violenze, secondo gli elementi raccolti nel corso delle investigazioni, si sarebbero consumate in Alta Irpinia, tra le mura della casa dove i due coabitavano. Dopo una minuziosa e delicatissima attività d’indagine, durata diversi mesi, si è riuscito a ricostruire la triste vicenda facendo scattare le manette ai polsi dell’uomo, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Avellino. Per l’uomo si sono aperte le porte del carcere Regina Coeli.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest