Giornata del Donatore a Conca della Campania: grande risposta solidale

Tanti cittadini hanno partecipato e donato sangue

Compiacimento per la ‘Giornata del Donatore’ che si è tenuta oggi a Conca della Campania. Iniziativa patrocinata dalla locale Amministrazione comunale e sostenuta dall’Asl di Caserta. Riscontrata una grande risposta di generosità da parte dei cittadini. Confermata la sensibilità di molte persone a non abbandonare l’abitudine alla donazione. Grandi gesti di generosità, altruismo e solidarietà. Atti d’amore, espressione di cultura di vita. Un risultato raggiunto grazie al lavoro collettivo e all’organizzazione tecnica del Centro Trasfusionale di Aversa “Giorgio Lubrano” Asl di Caserta diretto dal primario Saverio Misso, il contributo utilissimo della Casa del Donatore di Aversa presieduta da Enrico Sangiovanni, il supporto logistico dell’Avis di Teano e della Protezione Civile, la preziosa attività di sensibilizzazione territoriale portata avanti da Emiliana Gemellini, responsabile assistenza domiciliari Hospice per la Casa di Cura Villa Giovanna Hospital di Tora e Piccilli. “Coraggiosa e significativa la risposta dei donatori di Conca Campania che hanno donato ciò che più caro hanno: il loro sangue. A nome mio e di tutti i pazienti oncoematologici voglio esprimere i più vivi ringraziamenti. Grandi gesti d’amore, comportamenti esemplari che permetteranno a tanta brava gente di sopravvivere” – è il commento di Saverio Misso. In merito all’iniziativa di oggi da evidenziare una nota congiunta firmata dal  Sindaco David Simone e dall’Assessore Elisa Di Salvo del Comune di Conca della Campania. “Siamo da sempre stati favorevoli alla promozione della salute intesa come prevenzione e come supporto ai bisognosi, dimostrandolo già in diverse occasioni. In particolare oggi, in considerazione della grave carenza di sangue che ha colpito l’Asl di Caserta e che si è intensificata anche a seguito dell’emergenza epidemiologica, abbiamo abbracciato la richiesta della stessa promuovendo la giornata del donatore volta a fronteggiare proprio questa grave crisi – scrivono Simone e Di Salvo Iniziative come quella di oggi sono soltanto una delle tante che l’Amministrazione Comunale intende portare avanti per permettere il benessere delle persone a 360° così come l’OMS stabilisce. Siamo soddisfatti della risposta della popolazione e dei numerosi giovani che sono stati sensibili alla causa e a cui va un sentito più che doveroso ringraziamento – sottolineano –  con il loro altruistico gesto hanno contribuito al bene della salute di tutti. Un ringraziamento – concludono Simone e Di Salvo –  va anche al Comandante Marco Capezzuto e ai volontari della Protezione Civile Comunale per aver garantito il rispetto delle norme di sicurezza e permesso lo svolgimento dell’evento in tutela dei cittadini e degli operatori”. La raccolta non può e non deve conoscere soste perché il bisogno di sangue è costante. Perché donare? Avere a disposizione sangue significa poter intervenire prontamente in caso di incidenti stradali, trapianti o emergenze chirurgiche. Il sangue donato, inoltre, è fondamentale per garantire la sopravvivenza delle migliaia di persone che soffrono di malattie del sangue e che per questo hanno bisogno periodicamente o quotidianamente di trasfusioni o farmaci derivati del plasma.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest