Futani, sequestrate 61 bombole gpl di azienda cessata

Il titolare della ditta è stato rintracciato e sanzionato

Dalle indagini rapidamente eseguite dei finanzieri è emerso che le bombole, stoccate a ridosso di un fabbricato per civile abitazione, erano di una rivendita non più attiva da alcuni anni e quindi senza più le previste autorizzazioni, comunque necessarie, per la detenzione di prodotti altamente esplodenti. La Guardia di Finanza di Vallo della Lucania ha sequestrato 61 bombole di Gpl, per una capienza complessiva di 935 Kg., stoccate in un deposito senza le prescritte autorizzazioni a Futani, nel Salernitano.  Il titolare della ditta “cessata” è stato rintracciato e sanzionato; le bombole sono state prontamente rimosse per evitare tutt’altro che potenziali situazioni “irreparabili” e garantire quindi la sicurezza dei cittadini.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest