Forio, sequestrata area termale di un hotel

I reati contestati: violazione della normativa ambientale, falso in autorizzazioni amministrative per induzione, dalla somministrazione di medicinali imperfetti

Numerosi i reati contestati: violazione della normativa ambientale, falso in autorizzazioni amministrative per induzione, dalla somministrazione di medicinali imperfetti. La polizia giudiziaria dell’Ufficio circondariale marittimo di Ischia ha sequestrato un’area termale e parasanitaria di una struttura alberghiera di Forio. Il complesso si trova in vico Quarto Fortino. Il provvedimento è stato emesso dal Gip del tribunale di Napoli su richiesta della procura. E’ stato inoltre contestato che la struttura occupava abusivamente parte di suolo pubblico. Le indagini sono state lunghe e complesse. Eseguite dalla guardia costiera e coordinate dalla quinta sezione reati ambientali, le indagini sono partite dalla segnalazione di sversamenti in mare di liquami provenienti dalla rete fognaria asservita al comune di Forio (uno dei sei in cui è suddivisa l’isola d’Ischia) avvenuti in più occasioni tra la primavera e l’estate del 2013. Gli accertamenti consentirono di individuare i responsabili e portarono al sequestro preventivo di 15 strutture alberghiere per analoghi reati.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest