Caserta, accoltellato durante una lite: morto il giovane pugile Gennaro Leone

Il giovane, promessa della Nazionale, colpito a una gamba: è deceduto per un arresto cardiocircolatorio provocato dalla perdita eccessiva di sangue


Dramma a Caserta. Gennaro Leone, pugile di 18 anni, è morto nella notte in ospedale dopo essere stato accoltellato a una gamba da un coetaneo durante una lite. E’ successo intorno alla mezzanotte in piazza Correra, in pieno centro, ma il giovane è deceduto tre ore dopo per un arresto cardiocircolatorio provocato dalla perdita eccessiva di sangue. I carabinieri hanno già individuato l’aggressore.

Gennaro Leone, originario di San Marco Evangelista è stato colpito alla gamba e la coltellata avrebbe reciso l’arteria femorale. Si trovava con un gruppo di amici nei pressi di alcuni locali quando è stato coinvolto in una rissa, scoppiata per futili motivi. 

Leone, aveva disputato il suo ultimo incontro il 23 luglio: era una gara internazionale in cui aveva rappresentato l’Italia contro la Romania. E’ stato campione regionale negli 81 kg e aveva conquistato la medaglia di bronzo ai campionati italiani di Roma. “Che la terra ti sia lieve, piccolo Campione. Il mondo pugilistico Nazionale si stringe attorno alla famiglia Leone e alla ASD Energy Boxe Caserta per la scomparsa di Gennaro”, si legge sul profilo Twitter della Federazione Pugilistica Italiana.



Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest