Aversa, rapine di cellulari a minorenni: arrestato 30enne

A seguito delle denunce presentate dalle vittime, unitamente ai genitori, gli approfondimenti investigativi hanno permesso, infatti, di accusare l’uomo di aver avvicinato le giovani vittime in luoghi pubblici e, sotto la minaccia di un coltello, e di essersi fatto consegnare i loro telefoni

Il provvedimento cautelare è scaturito a seguito degli accertamenti, che hanno consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo in ordine al reato di rapina, più volte consumato ad Aversa, nel Casertano, e comuni limitrofi, nei mesi di gennaio e febbraio scorsi, ai danni di minori. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di Antimo Russo, 30enne residente a Cesa. A seguito delle denunce presentate dalle vittime, unitamente ai genitori, gli approfondimenti investigativi hanno permesso, infatti, di accusare l’uomo di aver avvicinato le giovani vittime in luoghi pubblici e, sotto la minaccia di un coltello, e di essersi fatto consegnare i loro telefoni cellulari. L’arrestato è stato ristretto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest