Sequestrati compendi aziendali di dieci società di trasporto per un valore di circa 100 milioni

NAPOLI – L’indagine ha disvelato la gestione monopolistica, operata dai clan Casalesi e Mallardo con quelli catanesi appartenenti a cosa nostra, negli approvvigionamenti di prodotti ortofrutticoli e nell’imposizione dei connessi servizi di trasporto da e per i maggiori mercati del centro e del sud Italia. Sono state eseguite diverse perquisizioni e un decreto di sequestro preventivo riguardante compendi aziendali di 10 società di trasporto per un valore di circa 100 milioni di euro. Il Centro operativo Dia di Roma, coadiuvato dalle articolazioni territoriali di Napoli, Salerno, Palermo, Caltanissetta, Catania e Bologna ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di venti persone, accusate di associazione mafiosa, illecita concorrenza con minaccia o violenza, estorsione ed altro. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Dda. L’operazione, che vede impegnati oltre 200 uomini della Direzione Investigativa Antimafia e prende spunto dalle precedenti “Sud pontino” e “Store” già condotte dalla Direzione Investigativa Antimafia. Sono in corso diverse perquisizioni. Eseguito anche un decreto di sequestro preventivo riguardante compendi aziendali di dieci società di trasporto per un valore di circa 100 milioni di euro.

 

IL DECLINO DEI CASALESI – Il clan dei Casalesi è stato decimato da arresti e condanne negli ultimi anni. Un indebolimento che ha avuto ripercussioni sul controllo de mercato ortofrutticolo di Giugliano, dove è stato costretto a cedere il passo ai Mallardo. Lo sostengono gli inquirenti nel corso della conferenza stampa in Procura. Oltre al fatto che il monopolio nell’autotrasporto da e verso il mercato di Giugliano, con l’eliminazione della concorrenza attraverso minacce ed intimidazioni, ha determinato un aumento del 15% dei prezzi dei prodotti agricoli commercializzati.

 

GLI ARRESTATI

(in carcere)

1. Luigi TERRACCIANO,  “Giggino”, nato a Brusciano (NA) il 29.05.1968.

2. Sossio CAPASSO, detto “Lelluccio”, nato a Giugliano in Campania (NA) il 20.06.1964.

3. Raffaele PALMA, detto “foglio di carta”, nato a Napoli il 17.05.1966.

4. Salvatore D’ALTERIO, nato a Giugliano in Campania (NA) l’08.03.1968.

5. Agostino D’ALTERIO, nato a Napoli il 02.07.1974.

6. Antonio PICARDI, nato a Napoli il 05.01.1987.
7. Patrizio PICARDI detto “o Patrizio e/o o nasone”, nato a Sarno (SA) il 20.04.1965.

8. Gregorio Raffaele MALLARDO, nato a Napoli l’11.10.1984.

9. Giulio PANICO, nato a Napoli l’01.11.1975.

(agli arresti domiciliari)

1. Libero FRONTOSO, detto “Lino”, nato ad Acerra (NA) il 27.07.1972.

2. Angelo MILIONE, nato a San Felice a Cancello (CE) il 26.02.1986.

3. Gianluca OLIVIERO detto “Lucariello” nato a Torre del Greco (NA) il 28.06.1979.

4. Salvatore D’ALESSANDRO detto “Totò”, nato a Palermo il 02.01.1962.

5. Francesco MILITELLO, nato a Niscemi (CL) il 22.09.1967.

6. Ignazio ANTIGNANO, nato a Giugliano in Campania (NA) il 01.10.1959.

7. Luigi MICILLO, nato a Napoli (NA) il 03.10.1979.

8. Giovanni PRAGLIOLA, nato a Giugliano in Campania (NA) il 22.01.1970.

9. Giuseppe PRAGLIOLA, nato a Napoli il 18.02.1975.

10. Nunzio VENERUSO, nato a Napoli il 15.02.1969.

11. Nicola ANTIGNANO, nato a Giugliano in Campania (NA) il 16.09.1960.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest