Rocco Hunt, è ‘nu juorno cattivo: “Troppe pressioni, mollo la musica”

Un fulmine a ciel sereno: appena due giorni fa aveva partecipato al concerto di Jovanotti a Castel Volturno. Nel 2014 la vittoria al Festival di Sanremo, nella sezione nuove proposte, con il brano “Nu juorno buono”

Uno sfogo sui social covato da tempo, ma in grado di gelare i fan. Rocco Hunt annuncia l’addio alla musica. “Mi hanno privato e ancora adesso mi stanno privando della mia libertà- scrive il cantante salernitano sul profilo Instagram -Sono anni che continuamente vi prometto che l’album nuovo uscirà presto e per un motivo o per un altro non riesco a condividerlo con voi. Ho troppe pressioni e forse è arrivato il momento di mollare tutto e darla vinta a tutte le persone che vorrebbero la fine della mia musica”. Parole amare, in parte sibilline.

“Siamo cresciuti insieme attraverso la mia musica e – prosegue Hunt – ci siamo emozionati durante i concerti ed io mi sono sempre sentito come se fossi stato nel pubblico con voi”. “Ovunque sono andato – afferma il cantante – mi avete fatto sentire a casa (per questo vi ringrazio) e spero che per voi sia stato lo stesso. Ma adesso non me la sento più di continuare e credo sia meglio lasciarvi con il bel ricordo che avete di me”. Il cantante chiosa: “Ho creato tante aspettative che non riesco a mantenere. Ho sentito il bisogno di sfogarmi con voi e dirvi che per adesso mollo tutto. Purtroppo mi sembra la decisione più onesta da prendere”. Appena due giorni fa, Rocco Hunt aveva partecipato al concerto di Jovanotti a Castel Volturno. Nel 2014 la vittoria al Festival di Sanremo, nella sezione nuove proposte, con il brano “Nu juorno buono”. Oggi, invece, è ‘nu juorno cattivo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest