Napoli, omaggio a Totò in piazza Mercato con la banda dei Carabinieri

L’evento musicale venerdì 5 maggio. L’appello di Asso.gio.ca: “Non abbandonate l’area, l’Arma adotti la piazza”

Nell’ambito del “maggio dei monumenti” a Napoli, dedicato al Principe della risata, venerdì 5 maggio, alle ore 21, in piazza Mercato si terrà un concerto della banda dei Carabinieri. Un omaggio a Totò nella piazza che vide i suoi funerali, promosso dal Comune e dal comando provinciale dell’Arma.

Nel corso della serata si esibiranno:  Monica Sarnelli, Carmine De Domenico, Marcantonio Scaramuzza, Caterina Molfino, l’Orchestra dei Quartieri Spagnoli, i ragazzi del Laboratorio Teatrale dell’Istituto Penale Minorile di Nisida, il coro dell’Istituto comprensivo ”Virgilio IV” di Scampia. A condurre Gino Rivieccio e Veronica Maya

“Un evento per riaccendere i riflettori su un territorio troppo spesso dimenticato” afferma Gianfranco Wurzburger, presidente dell’Asso.gio.ca., l’associazione che dal 1997 si occupa di minori a rischio. “Non vorremmo vedere l’ennesima parata, anche in questa edizione del “Maggio dei monumenti”, l’ennesima beffa per i nostri cittadini: un evento fine a se stesso per turisti e avventori, ma che poco conta per chi vive quotidianamente le difficoltà del territorio”.
“Lanciamo un appello ai Carabinieri che certamente venerdì presidieranno la piazza: non ci abbandonate; sabato, finita la festa, continuate ad essere qui; a lottare con noi per le telecamere di sorveglianza, a controllare maggiormente il territorio, ad offrire esempi di legalità convincenti e imitabili dai nostri ragazzini, che spesso non hanno testimoni credibili. Chiediamo al Comando Generale dell’Arma di “adottare” piazza Mercato, affinché diventi l’agorà della “fedelissima” sotto il manto protettivo della Virgo Fidelis madre del Carmelo”.
“Chiediamo –conclude Wurzburger – che il 5 maggio sia punto di partenza: dopo la banda dei Carabinieri, piazza Mercato si candida come piazza della legalità e piazza dei grandi Eventi. Ci potremo riuscire grazie a presenze continuative e significative”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest