La delicatezza del poco e del niente, la poesia diventa teatro

Al Tram di Napoli domani e sabato Roberto Latini porta in scena i testi della poetessa Mariangela Gualtieri, accompagnato dalle musiche del compositore Gianluca Misiti

Da sempre la poetessa e drammaturga Mariangela Gualtieri, fondatrice insieme al regista Cesare Ronconi del Teatro Valdoca, ha prestato attenzione all’apparato di amplificazione della voce e al legame fra verso poetico e musica dal vivo. Oggi a dare voce alle sue poesie, accompagnato dalle musiche del compositore Gianluca Misiti, è l’attore Roberto Latini, attore e regista romano. Domani, venerdì 14 dicembre e sabato 15 Latini porta al Teatro Tram di Napoli “La delicatezza del poco e del niente”. Un titolo scelto dalla stessa Gualtieri, mentre la selezione delle poesie è curata da Latini.

“Il privilegio di essere ammesso a queste poesie nasce in un giorno d’estate di alcuni anni fa, in cui ero con Mariangela Gualtieri in una passeggiata al suo ‘campo della poesia’ – racconta Latini -. Verso sera, rientrando, intorno alle nostre chiacchiere sono apparse le lucciole che non vedevo da anni. Ogni volta che mi capita da allora, penso a lei e ai suoi versi”. Voce e musica daranno vita a un concerto poetico di “parole, lucciole e tenerezze e incanti e quella capacità che hanno i poeti di stare nei silenzi intorno alle parole”.

Orari spettacoli

Venerdì 14 ore 21

Sabato 15 ore 21

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest