Al Te.co torna il surreale viaggio di Nonsense al nord del Tamigi

Al teatro di Fuorigrotta di scena domani lo spettacolo tratto dal testo di Valerio V. Bruner, per la regia di Alessandro Palladino

L’ambientazione è la Londra suburbana, quella dei dimenticati, quella dove poesia e surrealismo si mescolano. “Così lontano, che nessuno sa cosa si celi oltre il confine”. Questo è il viaggio di “Nonsense a Nord del Tamigi” che sarà di scena questa domenica al Te.Co di Fuorigrotta. Vincitore di Stazioni di Emergenza atto VII il testo firmato da Valerio V. Bruner, per la regia di Alessandro Palladino, ritornerà, alle 19 per una replica straordinaria. Il protagonista è Ralph Kennigan, bevitore incallito con la passione per la poesia e l’amore: l’incontro con Jenna è quello della sorpresa, quello che nessuno dei due si sarebbe mai aspettato. Tra mille proiezioni di se stesso, di tutto ciò che lo circonda, Raplph kennigan si ritroverà in questo viaggio tra caos e nonsense. Il testo prende le mosse da esperienze realmente vissute dall’autore in questa Londra “dei piccoli pub dimenticati da Dio”, metropolitane polverose e “di loschi appartamenti di periferia abitati da altrettanto loschi figuri”.
“Un irriverente viaggio escatologico tra reale e surreale, comico e tragico-spiega Bruner- completamente folle e volutamente scevro da punti di riferimento. Un impertinente e imbarazzante ricerca dell’Io che contrappone l’uomo alla sua più grande nemesi: la donna. L’uomo di oggi-continua- con le sue illusioni e consapevolezze, contro se stesso. Contro la realtà del suo inconscio, che si estrinseca in un mondo fatto di carne, ossa e di personaggi simbolici maledettamente destabilizzanti”.

 

Autore: Valerio V. Bruner
Regia: Alessandro Palladino
Interpreti: Francesca Romana Bergamo, Valerio V. Bruner, Alessandro Palladino, Luca Sangiovanni e Chiara Vitiello.
Costumi e scenografia: Federica Rubino

Vincenzo Perfetti

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest