Saldi al via a Napoli, segnali positivi dal commercio del centro città

Ottimismo da Confcommercio: i prodotti più venduti sono abbigliamento scarpe e biancheria intima

NAPOLI – Passate le abbuffate natalizie e gli acquisti per i regali, è scattata puntuale l’ora dei saldi.

Oggi, con il blocco della circolazione e la pioggia che anche se leggera è caduta nel corso della giornata, i consumatori – cui non serve neanche più elencare i trucchi per non cadere vittime dei tranelli – hanno iniziato a guardare le vetrine e a comperare abiti e scarpe a prezzi più vantaggiosi.

“Registriamo un segnale positivo nel primo giorno dei saldi a Napoli, nonostante il blocco totale della circolazione per le auto in città. Gli sconti invernali stanno incentivando i consumi, rappresentando una boccata di ossigeno per un comparto che comunque attende interventi più strutturali al fine di creare una ripresa che porti sviluppo e lavoro, eliminando le disfunzioni del territorio – ha spiegato Giuseppe Giancristofaro, Presidente di Federmoda Napoli, che fa riferimento alla Confcommercio Imprese per l’Italia della provincia di Napoli, presieduta da Pietro Russo.

“Particolarmente affollate le strade dedicate tradizionalmente allo shopping, in alcune zone della città (Vomero, Chiaia e via Toledo) si sono registrate anche file all’ingresso dei negozi. I capi più venduti sono abbigliamento, calzature, accessori e biancheria intima. Ovviamente il dato positivo è a ‘macchia di leopardo’, per avere un quadro di insieme più preciso sarà necessario attendere almeno una decina di giorni, confrontando anche le cifre di scenari economici totalmente differenti. Occorre evidenziare, comunque, che la periferia di Napoli e parte della provincia – ha concluso Giancristofaro – hanno mostrato qualche difficoltà in più”

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest