Napoli, la Procura indaga sui cantieri di restauro

Progetto ‘Monumentando’ nell’occhio del ciclone, pronti gli avvisi di garanzia

La Procura di Napoli indaga sui cantieri di restauro rientranti nel progetto “Monumentando”, progetto dell’amministrazione comunale di Napoli per il recupero dei beni monumentali a costo zero in cambio di spazi pubblicitari. Sarebbero pronti una decina di avvisi di garanzia. Sotto la lente degli investigatori sono finiti in primis i lavori eseguiti per il restauro dei monumenti in piazza Mercato, Rotonda Diaz e Piazza San Gaetano. La Procura ha avviato l’inchiesta a seguito di un articolato esposto presentato da Gaetano Brancaccio, presidente dell’associazione ‘Mario Brancaccio’ e attivista del Comitato ‘Verità per Napoli’. Secondo quanto trapelato, la polizia giudiziaria avrebbe raccolto una dettagliata testimonianza di un lavoratore restauratore che si sarebbe soffermato sulla qualità dei lavori,  il materiale scadente utilizzato, la sicurezza del lavoro, i tempi di realizzazione delle opere, l’inquadramento contrattuale dei lavoratori. Indagini anche sulla “fretta’ e le “strane accelerazioni’ nel chiudere alcuni cantieri. Gli sviluppi nei prossimi giorni

                                                           Ciro Crescentini

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest