Napoli fermato dal Lecce, sfuma aggancio della Roma in vetta

I salentini sbagliano un rigore con Colombo che poi fa eurogol 

Gli azzurri fermati allo stadio Maradona dalla forza e l’organizzazione del Lecce, persa l’occasione di agganciare la Roma in testa alla classifica. Con i salentini (che sbagliano anche un calcio di rigore) finisce con un pareggio 1-1 ma ciò che deve maggiormente preoccupare Spalletti è l’involuzione che la squadra mostra rispetto allo scintillante inizio di campionato.

Il Lecce poteva andare in vantaggio per primo al 24′ del primo tempo quando Ndombele atterra Di Francesco in area. Colombo batte il rigore e insacca ma l’arbitro fa ripetere perchè non aveva autorizzato la battuta con il suo fischio. L’attaccante leccese cambia angolo ma Meret intuisce la conclusione e devia il pallone. Passano due minuti ed è il Napoli a trovare la via del gol. Elmas servito nell’area piccola da Politano insacca. La squadra pugliese però non si scoraggia e continua a macinare il proprio gioco con ordine e un buono spirito d’iniziativa. L’atteggiamento degli uomini di Baroni viene premiato al 30′ grazie a una iniziativa personale di Colombo che da fermo, a 25 metri dalla porta, fa partire un gran tiro di sinistro che s’insacca sotto l’incrocio dei pali. Un vero e proprio eurogol per il giovanissimo attaccante scuola Milan.

Cosa è mancato? La velocità  della giocata e in quel caso diventi prevedibile” – è il commento di Luciano Le distanze di squadra si vengono ad allungare, quando perdi palla non riesci a fare la riaggressione veloce. Il primo tempo si costruiva lento, loro ci hanno portato in giro perchè non eravamo corti. Siamo andati in difficoltà . Nel secondo tempo molto meglio, loro poi si sono chiusi ed è diventato difficile

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest