Covid, De Luca blocca la movida

Stretta su feste e ricevimenti: massimo 20 partecipanti. Dalle 22 vietata la vendita di bevande alcoliche da asporto

Salgono i contagi in Campania, e arriva un’altra stretta. Nel mirino del governatore De Luca, come annunciato, c’è la movida. Le misure contenute nell’ordinanza 75, valida fino al 7 ottobre, prevedono: L’esercizio e la fruizione delle attività connesse a cinema, teatri e spettacoli dal vivo, ristorazione e bar, wedding e cerimonie, è subordinato alla stretta osservanza dei protocolli; inoltre, lo svolgimento di feste e di ricevimenti è consentito esclusivamente nel rispetto del limite massimo di 20 partecipanti per ciascun evento e nell’osservanza delle ulteriori misure previste dai protocolli; a tutti gli esercizi commerciali (compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati), dalle 22 è fatto divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nonché di tenere in funzione distributori automatici. Resta consentita la somministrazione al banco, nel rispetto del distanziamento obbligatorio, nonché ai tavoli, purché nel rispetto dei protocolli. Gli esercizi che non possano garantire queste misure devono chiudere alle 22. 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest