L’assemblea affronta il tema dell’emergenza criminalità. Il tema della convenzione per il San Paolo potrebbe slittare a fine giornata

NAPOLI – Potrebbe slittare a fine giornata, o non essere discussa per nulla la faccenda dello stadio San Paolo in consiglio comunale. La questione era uno dei punti all’ordine del giorno della seduta in via Verdi, il più atteso dopo il flop dello scorso 30 settembre, invece questa mattina, dopo il question time, c’è stato un cambio di rotta chiesto dal consigliere di opposizione Vincenzo Moretto e votato dai presenti. Il consigliere di Fratelli d’Italia, infatti, ha posto una questione pregiudiziale sulla convocazione della seduta di oggi, originariamente fissata come monotematica sulla sicurezza e invece trasformata senza il consenso della Conferenza dei Capigruppo in seduta dedicata anche alla trattazione dell’ordine dei lavori della precedente seduta del 30 settembre sciolta per mancanza del numero legale. Il consigliere Moretto ha quindi chiesto che la seduta in corso di svolgimento sia dedicata esclusivamente all’argomento sicurezza, con richiesta di voto dell’Aula sulla sospensione di tutte le delibere suppletive.
L’assemblea ha deciso dunque di affrontare i problemi della sicurezza in città, di discutere dell’allarme criminalità, e di come si sta affrontando l’emergenza.
Assente dal suo posto il sindaco Luigi de Magistris, nonostante fosse data certa la sua presenza. A prendere la parola il suo vice Raffaele del Giudice.

Barbara Tafuri

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest