Il padre adottivo della bimba conferma la decisione del Provveditorato agli studi

CASERTA – Francesca martedì andrà a scuola e frequenterà le medie «San Giovanni Bosco» di Trentola Ducenta. Ad annunciarlo è stato il padre adottivo della bambina di 11 anni affetta da Aids, Antonio, della comunità di Capodarco di Teverola.

La scuola media statale «Don Bosco» in un primo momento aveva rifiutato l’inserimento della piccola in una classe a causa del ritardo dell’iscrizione. «Sono contento, sono senza parole», spiega Antonio, in collegamento con la moglie, Fortuna,che si trova a Napoli per partecipare a una riunione con i vertici del Provveditorato agli Studi e il preside della Don Bosco, Michele Di Martino.

 

Bel mentre, il sindaco del comune casertano Michele Griffo difende l’istituto scolastico, definito «fiore all’occhiello di Trentola Ducenta», e il suo dirigente, «un professionista che ha sempre pensato al bene della scuola». «In questa vicenda – dice Griffo – bisognerebbe sentire entrambe le parti tenendo comunque conto che la bimba ha tutto il diritto di frequentare la scuola».

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest