Bagnoli, partito il corteo dei comitati a Roma. Tensioni sull’A1: attivisti perquisiti

La manifestazione è iniziata in ritardo per i controlli imposti in autostrada dalla polizia. Circa 600 i partecipanti

E’ partito al grido di “Bagnoli libera” il corteo di circa 600 attivisti, a Roma per protestare contro il commissariamento dell’ex area industriale. Alla protesta è atteso il sindaco de Magistris. I partecipanti si sono radunati a piazza di Torre Argentina e muovono verso Montecitorio. Un imponente schieramento di forze dell’ordine osserva la manifestazione. Un pupazzo di Pinocchio apre il corteo. Diverse le strade interdette al traffico nella zona. Tensioni si sono registrate lungo il tragitto per la capitale. Gli autobus degli attivisti sono stati bloccati dalla polizia all’uscita di Roma Sud. I manifestanti sono stati perquisiti dagli agenti. “Ci stanno perquisendo come criminali, ci fanno perdere tempo – scrive su Fb il collettivo Bagnoli Libera – per non farci arrivare a Roma. Il diritto a manifestare è sacrosanto e la questura di Roma ci trattiene ai margini della città”. La procedura ha causato un ritardo nell’inizio del corteo, la cui partenza era prevista per le 12.

bagnoli_roma_manifestazione_ildesk

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest