I carabinieri hanno sorpreso un 32enne marocchino nella zona di via Acquaro

VILLA LITERNO – I carabinieri della Stazione di Villa Literno hanno tratto in arresto, per combustione illecita di rifiuti, Abdeljalil Ouafi, 32enne del Marocco e residente a Villa di Briano. In particolare ad attirare l’attenzione di una pattuglia dei Carabinieri è stata l’intensa coltre di fumo nero sprigionatasi nell’aria proveniente da via Acquaro, nel comune di Villa Literno. Ed infatti, quando i militari dell’Arma sono giunti sul posto hanno sorpreso e bloccato il 32enne che aveva appena appiccato un incendio all’interno di un campo agricolo. La combustione coinvolgeva rifiuti speciali di varia tipologia, sversati illecitamente in tempi precedenti in quell’area. Su richiesta degli stessi carabinieri sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno spento l’incendio. L’area è stata sequestrata. L’arrestato è stato condotto agli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest