Il 26enne accusato di estorsione, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia

MONTE DI PROCIDA – I militari sono intervenuti dopo richiesta al 112 con la quale era stata segnalata un’aggressione in atto.
In via Fonseca, abitazione della madre, hanno individuato e bloccato il giovane, trovato in evidente stato di alterazione. A Monte di Procida i carabinieri della stazione di Bacoli hanno arrestato un 26enne accusato di estorsione, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia.
Nel corso di indagini è emerso che avrebbe minacciato e picchiato la madre e il compagno convivente, entrambi 47enni, per farsi consegnare denaro, verosimilmente per l’acquisto di bevande alcoliche.
Da diversi mesi, in più circostanze, si sarebbe reso responsabile di analoghi episodi di violenza nei confronti dei familiari, mai denunciati per timore di ritorsioni.
Le vittime sono state portate all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli.
La donna ha contusioni multiple per il corpo ed agli arti superior, guaribili in 3 giorni. L’uomo una contusione alla regione inguinale sinistra, guaribile in 3 giorni.
L’’arrestato è stato tradotto a Poggioreale.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest