Il 37enne  di Melito dovrà rispondere di omicidio colposo e omissione di soccorso: nello schianto di sabato morì una persona

NAPOLI – Dovrà rispondere di omicidio colposo e di omissione di soccorso  A.C. , 37enne originario di Melito, autista dell’autocarro coinvolto nel tragico incidente verificatosi sabato scorso sulla SS 7 Nola-Villa Literno, identificato dagli agenti della Polizia di Stato all’indomani del sinistro in cui ha perso la vita un sessantaquatrenne. Gli agenti della Polizia di Stradale di Caserta intervenuti sul luogo dell’ incidente, dopo aver raccolto immediatamente le pur scarse e confuse  indicazioni fornite dalle figlie della vittima, in evidente stato di shock , avevano diramato  tempestivamente le ricerche dell’autocarro.

Gli appropriati accertamenti sull’autocarro su cui  erano rimaste impresse le tracce del tragico incidente,  che non sono sfuggite agli agenti della Polstrada nella ricostruzione della dinamica del sinistro e la serrata attività info – investigativa  protrattasi ininterrottamente, consentivano ai poliziotti  di risalire  alla targa del veicolo, intestato ad una società di trasporti  di Gricignano  di Aversa ed alla completa identificazione dell’autista. Pertanto, A.C. veniva attivamente ricercato sia presso la sede della società che  presso l’abitazione  ubicata nell’ hinterland napoletano.

L’ uomo, probabilmente, vistosi braccato dalla Polizia, si è  costituito nella tarda mattinata odierna presso gli Uffici della Sezione Polizia Stradale di Caserta e dovrà rispondere di omicidio colposo ed omissione di soccorso avendo ammesso le proprie responsabilità.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest