In manette un tunisino ed un libico

GIUGLIANO – In sella a un motociclo avevano avvicinato una 52enne che stazionava su via Licola mare a bordo della sua utilitaria e l’avevano costretta con la minaccia di una pistola a consegnare la borsa, contenente 300 euro ed effetti personali. Ma la maldestra fuga li ha consegnati nelle mani della giustizia. A Giugliano, in località Varcaturo,  i carabinieri della locale compagnia hanno arrestato per rapina aggravata in concorso Ahmed Ayeb, tunisino 20enne e Saleh Mazil, libico, 18enne, entrambi domiciliati a Giugliano.
Appena compiuta l’azione i rapinatori hanno perso il controllo del mezzo durante la fuga, finendo per rovinare a terra.
Poco dopo sono stati raggiunti e bloccati dai militari dell’arma intervenuti a seguito di chiamata fatta da cittadini del posto che hanno contribuito alla cattura dei malfattori.
La borsa è stata restituita alla signora. Gli arrestati tradotti nella casa circondariale di Poggioreale.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest