Il 33enne è stato scarcerato e sottoposto ad obbligo di presentazione alla p.g. in attesa del processo

NAPOLI – Nella sua abitazione c’era una vera e propria serra per coltivare cannabis indica: un contenitore di telo riflettente di 2 metri cubi con ben 5 ventilatori e un aspiratore con tubo per consentire il ricambio d’aria, 2 lampade alogene e un termostato per simulare il ciclo solare e regolare la temperatura. I carabinieri della compagnia di Giugliano hanno arrestato Leandro Rubino, 33 anni, accusato di produzione, coltivazione e detenzione a fini di spaccio di stupefacenti.
All’interno della mini serra c’erano 8 piante di cannabis in fase di fioritura di altezza compresa tra un metro e un metro e mezzo e di peso complessivo di 2 kg.
All’esterno, invece, una pianta di cannabis già in fase di essiccazione e una scatola contenente 20 grammi di marijuana, bustine di cellophane, spillatrici, forbici e altro per il confezionamento dello stupefacente.
Ma non è tutto. A casa dell’uomo c’era anche una spada modello samurai con lunghezza complessiva di 70 cm. (50 di sola lama) che gli ha procurato anche una segnalazione per omessa denuncia di detenzione di arma bianca all’autorità.
È stato convalidato l’arresto  e per l’uomo è stato disposto l’obbligo di presentazione alla p.g. in attesa del processo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest