La versione di Fucito: “Imbrogliato da Giletti, dovevo parlare di patrimonio” – Video

L’assessore di Palazzo San Giacomo: “Quella trasmissione un agguato per ridicolizzare la città. Io trattato da zimbello, Salvini invece presentato entusiasticamente”

NAPOLI – Messo nel mirino delle critiche per il biglietto di una partita, strappato e gettato in testa alla giornalista del L’Arena, Sandro Fucito dà la sue versione sul caso-Giletti. In un video pubblicato su youtube, l’assessore napoletano accusa la trasmissione Rai di aver organizzato “Un agguato, un imbroglio”. “Mi avevano chiamato a parlare di patrimonio – sostiene Fucito -. Avevo risposto: ‘Siete sicuri, volete parlare di Romeo e come ci ha consengnato il censimento del patrimonio? Ho dubbi che vi facciano fare questa trasmissione, Romeo ha finanziato Renzi. La profezia si è avverata”. In quasi nove minuti, l’assessore comunale accusa L’Arena di aver allestito un programma “per ridicolizzare Napoli”. “Io – spiega Fucito – ero in collegamento esterno in modo che si potesse togliere l’audio. Di Salvini invece, Giletti ha fatto una presentazione entusiastica. Sono stato trattato come uno zimbello senza che potessi parlare mentre si dicevano solo luoghi comuni sulla città”. Ecco come si spiega la decisione di querelare il conduttore, deliberata dalla giunta de Magistris.

 

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest