A scoprirlo gli agenti addetti alla vigilanza: Il 55enne stava tentando di far entrare 20 grammi di hashish

NAPOLI – Tentava di introdurre all’interno del carcere, durante i colloqui con i detenuti, ben 20 grammi di sostanza stupefacente.  Oggi a Napoli, presso il carcere di Secondigliano, agenti penitenziari addetti alla vigilanza delle sale colloqui hanno arrestato il 55enne P.S.. La sostanza del tipo hashish e del peso di 20 grammi era  celata all’ interno delle pieghe dei pantalone indossato dall’uomo, pronta per essere ceduta durante il colloquio con il congiunto P.C..
Notando atteggiamenti insoliti di P.S., gli agenti hanno intensificato i controlli e rinvenuto sullo l’ingente quantitativo di sostanza. Il 55enne è sarà giudicato con rito direttissimo domani mattina dal Tribunale di Napoli per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti, aggravato dal tentativo di introduzione in carcere.
Ne dà comunicazione il Segretario Generale della Uilpa Penitenziari, Eugenio Sarno

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest