Sanità privata in Campania, accordo su compenso: ancora scintille Cisl-Cgil

Cisl Fp: “Le ultime adesioni registrate alla clinica Santa Maria del Pozzo rappresentano una netta bocciatura alla linea intrapresa dalla Cgil Fp”

Sul territorio regionale la casa di cura di Somma Vesuviana ha il maggior numero di lavoratori aventi diritto (260) all’accordo che Cisl Fp e Uil Fpl hanno chiuso con l’Aiop Campania. “La clinica Santa Maria del Pozzo – afferma una nota della Cisl Fp Campania – diventa l’emblema dell’accordo sul compenso una tantum siglato tra sindacati e sanità privata. Un accordo che mancava sui tavoli da 10 anni e che la Cgil Fp ha scelto di non chiudere preferendo le vie legali. E quando in una clinica con 260 lavoratori aventi diritto tutti aderiscono all’accordo, non possiamo fare altro che registrare il fatto di aver percorso la strada giusta facendo arrivare i compensi dovuti ai lavoratori in tempi brevi”.
Sull’intesa, sono ancora scintille tra le sigle. La segreteria regionale della Cisl Fp attacca. “Questo accordo ha provocato molte tensioni ma anche amnesie – sostiene la nota – tra i dirigenti sindacali. Molti hanno dimenticato di applicare valori come quello della democrazia e hanno anche dimenticato come gestire il fallimento di una vertenza. Infatti, qualcuno invece di trarre le conseguenze, pur di restare attaccato alla poltrona punta il dito contro i propri iscritti (tra questi anche gli stessi dirigenti sindacali) che hanno scelto di aderire all’accordo firmato da Cisl Fp e Uil Fpl scrollandosi di dosso le responsabilità di un fallimento”.
“Le ultime adesioni registrate alla clinica Santa Maria del Pozzo – aggiungono dalla Cisl Fp Campania – rappresentano una netta bocciatura alla linea intrapresa dalla Cgil e i numeri parlano chiaro: nella struttura, hanno aderito all’accordo 260 lavoratori aventi diritto su 260. E tutti i lavoratori iscritti alla Cgil (circa una quarantina) aventi diritto hanno aderito convintamente in massa insieme ai responsabili sindacali aziendali della stessa Cgil. Non siamo stati noi della Cisl Fp ad aver inferto un colpo durissimo alla Cgil – concludono – ma sono stati i propri associati ed i responsabili sindacali aziendali”.

(Foto Casa di Cura S. Maria del Pozzo/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest