L’ondata di gelo mette a rischio le coltivazioni. In aumento i prezzi al dettaglio

L’allarme di Coldiretti. Si rischia di bruciare le coltivazioni orticole in pieno campo

La situazione metereologica non cambia, anzi stando agli ultimi aggiornamenti questa ondata di freddo dovrebbe durare anche per la prossima settimana e questo protrarsi del gelo nelle campagne salernitane rischia di far bruciare le coltivazioni orticole in pieno campo, in particolare finocchi, cavoli, verze, cicorie, broccoli e cipollotti. A lanciare l’allarme è la Coldiretti Salerno, che annuncia anche un possibile aumento dei prezzi di frutta e verdura al dettaglio, con un conseguente danno per i consumatori. Se da un lato infatti, il gelo contribuisce a debellare insetti dannosi per l’agricoltura come la mosca orientale e il cinipide, il perdurare dell’ondata di freddo rischia di mettere in ginocchio le produzioni orticole salernitane. In difficoltà la quarta gamma dove la raccolta è a rilento da due giorni. Pesantemente colpiti frutteti e serre mentre in molti campi lattughe e finocchi rischiano di bruciarsi a causa del freddo perdurante. L’aumento dei costi e il calo delle produzioni purtroppo vanno ad appesantire i bilanci di numerose imprese agricole, che si vedranno costrette ad aumentare il costo del prodotto. Vento e neve hanno paralizzato anche l’attività di molti piccoli pescherecci lungo la costa salernitana.

Monica De Santis

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest